S49 – Un approccio geografico alle politiche pubbliche: teorie e pratiche

COORDINATORI: Maria Prezioso, Università di Roma Tor Vergata; Luigi Scrofani, Università di Catania; Gavino Mariotti, Università di Sassari; Andrea Guaran e Mauro Pascolini, Università di Udine.

ABSTRACT

SLOT 1) Barometro geografico: contenuti, politiche, strategie tra teoria e prassi, parte 1
CHAIR: Maria Prezioso

Maria Prezioso e Andrea Guaran
Presentazione della sessione

Maria Prezioso
Barometro Geografico. Sfide al cambiamento nella geografia italiana

Alessandro Leto
Analisi e prospettive sul contributo dei principi dello Sviluppo Sostenibile alle politiche di coesione e di sviluppo territoriale, a partire dal 1992

Daniele Ietri, Flora Pagetti
Unità territoriali delle politiche pubbliche: una definizione delle “inner peripheries”

Patrizia Romei
Aree metropolitane e azioni politiche di coesione e competitività verso le inner periphery: una applicazione al caso toscano

DISCUSSANT: Eduarda Marques da Costa, Luigi Scrofani

SLOT 2) Barometro geografico: contenuti, politiche, strategie tra teoria e prassi, parte 2
CHAIR: Maria Prezioso

Elena Di Blasi, Alessandro Arangio
Gli indicatori territoriali come strumento di coesione nella gestione del fenomeno migratorio

Claudio Gambino
Rifugiati, oltre le logiche emergenziali: nuove policy geografiche a sostegno del decison maker

Michele Pigliucci
A revolution awaited and never done. Notes for a geographical approach to Mezzogiorno policies

Teresa Amodio
Capitale territoriale e Cultural Heritage

Carmen Bizzarri
La valorizzazione del patrimonio culturale nelle politiche di coesione nella valutazione di impatto territoriale mediante STeMa

DISCUSSANT: Eduarda Marques da Costa, Luigi Scrofani

SLOT 3) Barometro geografico: contenuti, politiche, strategie tra teoria e prassi, parte 3
CHAIR: Maria Prezioso

Marco Mazzarino, Giuseppe Borruso
Politiche pubbliche territoriali innovative: il problema dei gap informativi geografici e la loro integrazione nella pianificazione strategica nel campo della logistica – i risultati di un caso studio nel Veneto

Lorenza Maria Sganzetta
Geography of sustainability within the Urban Food Policies

Nadia Matarazzo
Le reti della ricerca e dell’innovazione nelle regioni con ritardo di sviluppo: il caso del PON “R&C” 2007-2013 in Campania

Luca Ruggiero, Gianni Petino
La dimensione urbana della coesione. Geografia e sviluppo urbano sostenibile integrato nelle politiche per la creazione di orti urbani nelle città di Grenoble e Catania

Daniele Codato, Salvatore Eugenio Pappalardo, Serena Caldart, Alessandro Marcozzi, Roberto Saitta, Maura Zanatta, Alberto Diantini, Francesco Ferrarese, Federico Gianoli, Massimo De Marchi
Lasciare il petrolio nel sottosuolo e yasunizar la tierra. Analisi multicriteriali e sistemi informativi geografici a supporto delle politiche pubbliche sul cambiamento climatico e la transizione energetica

DISCUSSANT: Eduarda Marques da Costa, Luigi Scrofani

SLOT 4) L’apporto della geografia alla definizione di politiche pubbliche e di strumenti di governo del territorio
CHAIR: Andrea Guaran

Nadia Carestiato, Andrea Guaran
La partecipazione come linfa della pianificazione del paesaggio. L’esperienza del Piano Paesaggistico del Friuli Venezia Giulia

Enrico Michelutti, Luca Cadez, Luca Di Giusto, Viviana Ferrario, Elisabetta Peccol, Mirko Pellegrini
Consumo di suolo e generazione di politiche pubbliche: il caso del Piano Paesaggistico del Friuli Venezia Giulia

Gian Pietro Zaccomer
L’analisi territoriale socio-economica a supporto della predisposizione di un Piano Paesaggistico Regionale: il caso del Friuli Venezia Giulia

Gianni Petino
L’analisi Geoeconomica per la valorizzazione delle vocazioni produttive delle aree interne siciliane. Il caso della Valle del Simeto

Margherita Cisani
Pianificazione e paesaggi del quotidiano: oltre i valori, le esperienze

Giandiego Carastro, Fausto Marincioni
Un approccio geografico ai processi partecipativi

Claudia Cirelli e Fabrizio Maccaglia
La gestione dei rifiuti tra conflitto e partecipazione: fare accettare l’inaccettabile

DISCUSSANT: Mauro Pascolini