S38 – Paesaggi rurali in trasformazione: nuovi modelli, linee di ricerca, politiche d’intervento

COORDINATORI: Luisa Spagnoli, CNR; Viviana Ferrario, Università Iuav di Venezia; Luigi Mundula, Università di Cagliari;  Mauro Varotto e Benedetta Castiglioni, Università di Padova.

ABSTRACT

A fronte delle trasformazioni che dal secondo dopoguerra hanno investito i sistemi urbani e metropolitani a scala nazionale e internazionale, sollecitando un’evidente contrazione e degrado delle aree rurali, sembra emergere una nuova attenzione ai temi dell’agricoltura e della diversificazione colturale, alla cura dei luoghi, alla gestione sostenibile dei territori, non solo a livello scientifico, ma anche politico e, soprattutto, nei termini di un coinvolgimento sempre più attivo della società civile. Tali tendenze si concretizzano nel superamento del modello produttivista, che ha interessato la stessa agricoltura e i suoi modi di produrre, e nell’acquisizione di un innovativo approccio di tipo paesaggistico: il paesaggio come spazio di produzione culturale e sociale consente di re-interpretare la relazione tra città e campagna e, al tempo stesso, di riscoprire nell’agricoltura una via per la valorizzazione degli spazi urbani, rurali e periurbani.
La nuova centralità del paesaggio implica l’idea di un’agricoltura che produca oltre ai beni e agli alimenti, servizi sociali, culturali, didattici, ricreativi, ecologici, turistici.
Questi temi trovano una particolare rilevanza laddove il paesaggio rurale manifesta un’evidente impronta storica, diventando così portatore sia di valori (che si richiamano all’identità, alla sostenibilità, alla qualità produttiva ed estetica) sia di contraddizioni dettate dall’articolata dialettica tra “agricolo” e “rurale”, tra dimensione fisico-processuale e dimensione immateriale dei concetti di paesaggio e patrimonio, tra istanze di conservazione e pressioni trasformative. Se nel dibattito internazionale esiste un certo accordo sul fatto che i paesaggi rurali ereditati dal passato sono parte essenziale del patrimonio culturale europeo, al di là di questa generica convergenza le diverse espressioni impiegate in letteratura (rural heritage, cultural landscapes, historical rural landscapes, landscapes of the past, traditional landscapes, living rural heritage etc.) sono la spia della complessità di temi e approcci che si celano dietro la loro definizione e ricognizione, anche alla luce del dibattito sul paesaggio come elemento identitario per le popolazioni avviato attorno alla Convenzione Europea del Paesaggio (2000) e alla recente istituzione in Italia (2012) del Registro Nazionale dei Paesaggi rurali storici da parte del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. La dimensione applicativa svela approcci diversi alla questione, e vede intrecciarsi, tra le altre, i temi della conservazione e valorizzazione con quella della produzione di reddito agricolo.
La nuova reciprocità paesaggio-agricoltura si fonda sulla necessità di assecondare la vocazione dei territori e preservare la qualità dei loro paesaggi, facendo leva su una rinnovata figura di agricoltore e su inediti “dialoghi” fra i vari soggetti impegnati a titolo diverso nelle attività agricole.
Quello che oggi viene considerato come territorio rurale è infatti il risultato dell’interazione, nel tempo, di una molteplicità di attori e dinamiche: il ruolo delle istituzioni, formali e informali, le performance degli agenti economici e sociali e gli impatti che questi hanno causato in base alla loro partecipazione.
Quali contributi teorici, quali linee di ricerca, quali strumenti conoscitivi e saperi tecnici offre la geografia italiana a questo dibattito nazionale e internazionale? La sessione intende aprire una discussione interdisciplinare sulle interrelazioni tra agricoltura e nuove forme di ruralità, di strutturazione territoriale e di patrimonializzazione, per riflettere sugli impatti che queste hanno sui modelli di organizzazione imprenditoriale e produzione agricola, sui ruoli e le responsabilità degli attori coinvolti, sulla qualità dei prodotti agroalimentari, sulla tutela ambientale. Si cercherà, inoltre, di comprendere se le attuali politiche di sviluppo rurale soddisfino effettivamente la domanda di qualità paesaggistica, ambientale ed economica, nonché di partecipazione attiva della popolazione, evidenziando punti di forza e di debolezza, opportunità e contraddizioni delle politiche sul paesaggio rurale d’interesse storico a scala italiana ed europea.

PAROLE CHIAVE: Paesaggio, agricoltura, sostenibilità, paesaggio rurale storico, heritage, politiche agricole

LINGUE: Italiano

CONTATTI: luisa.spagnoli@uniroma2.it, viviana.ferrario@iuav.it

SLOT 1
CHAIR: Luisa Spagnoli

Luisa Spagnoli, Luigi Mundula
Nuovi modelli di agricoltura per nuovi paesaggi rurali. Dal paradigma produttivista alla multifunzionalità

Germana Citarella
Il capitale sociale: una risorsa per la rigenerazione delle aree rurali

Fabio Parascandolo
Dall’autocolonizzazione alle nuove contadinità. Mutamenti sociali, identità insediative e trasformazioni paesaggistiche in Centro Sardegna

Viviana Ferrario
Il ruolo dei paesaggi rurali “storici” nel territorio contemporaneo. Significati, valori, politiche

SLOT 2
CHAIR: Viviana Ferrario e Benedetta Castiglioni

Mauro Varotto
Oltre la vetrina: i paesaggi rurali storici come strumento per un volto sostenibile e multifunzionale della ruralità

Anna Maria Colavitti, Sergio Serra, Alessia Usai
La valutazione dei servizi ecosistemici nelle politiche rurali per i paesaggi agricoli storici. L’esperienza sarda

Chrysafina Geronta
Le colline vitate del Soave: riconoscimento del valore storico del paesaggio rurale e indagini per la sua conservazione

Angelica Dal Pozzo
Paesaggi rurali storici e “invisibili” persistenze: la rete idrografica minore del Graticolato di Padova

SLOT 3
CHAIR: Mauro Varotto e Luigi Mundula

Giacomo Pettenati
Il paesaggio come ambito d’azione concettuale e operativo per l’Urban Food Planning

Giorgio Masellis
Evoluzione, affermazione e patrimonializzazione dei paesaggi del vino

Benedetta Castiglioni
I diversi valori dei paesaggi rurali storici: riflessioni ed esempi in ambito educativo

Giulia Trombetta
Lo sviluppo turistico dei paesaggi rurali tra tutela e sostenibilità. Una prospettiva geografica