S29 – L’attuale rivoluzione dei modelli alimentari e gli effetti colti nello straordinario dinamismo delle campagne italiane / The current revolution in dietary patterns and the effects captured in the extraordinary dynamism of the Italian countryside

COORDINATORI: Maria Gemma Grillotti Di Giacomo e Pierluigi De Felice, Università Campus Bio-Medico di Roma; Andrea Riggio, Università di Cassino e del Lazio Meridionale; Isabella Varraso, Università di Foggia; Maria Fiori, Università di Bari. 

ABSTRACT

La sessione sarà divisa in tre slot, si svolgerà in lingua italiana.
I lavori si svilupperanno in tre tavole rotonde, ciascuna animata da quattro chair. Gli Autori che hanno inviato contributi parteciperanno al dibattito presentando i risultati delle loro indagini. Introduzione e conclusione dei lavori, guidati da Maria Gemma Grillotti Di Giacomo, avranno lo scopo di programmare eventuali attività interdisciplinari di ricerca e di collaborazione con le istituzioni coinvolte, rappresentate da Marta Antonelli (Coordinatrice Area Ricerca della Fondazione BCFN), Luigi Rossi (Presidente FIDAF), Andrea Sonnino (past Director FAO).

L’ultima Rivoluzione del rapporto Alimentazione-Agricoltura-Ambiente (A-A-A) coincide con il principale obiettivo del Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (New York, 2015), cioè quello di «eliminare la fame, realizzare la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile». Il Gruppo di Ricerca dell’AGEI GECOAGRI-LANDITALY, nella convinzione che ciascuno modello agroalimentare debba essere interpretato alla luce del contesto territoriale che lo caratterizza e della scala geopolitica su cui si potrà intervenire per correggerne eventuali squilibri, fragilità ed eccessi, invita gli studiosi di varia estrazione disciplinare a riflettere sulle recenti profonde trasformazioni dei modelli alimentari e dell’organizzazione delle campagne. Mentre l’Unione europea con diversi documenti, a partire da Energy 2020  fino alla Road Map  e alla comunicazione sui rifiuti alimentari, affronta il «problem of food system sustainability» (European Commission, 2014); la recente letteratura scientifica dedicata ai temi dell’alimentazione ci offre interessanti elementi e percorsi di analisi (METODOLOGIA GECOAGRI-LANDITALY Grillotti, 2012; FAO, 2015; IFPRI, 2016) per riflettere sulla complessità e interrelazione tra i molteplici fattori implicati nella questione alimentare, oggi non più solo problema di quantità (food security) ma anche e soprattutto di qualità (safety) e di governance e policy dei sistemi agricoli e degli spazi rurali. La sicurezza alimentare, fondamentale azione strategica per garantire pace e prosperità tra i popoli, è tema complesso caratterizzato da una serie di fattori interdipendenti quali l’uso delle risorse, la certezza dell’approvvigionamento, la qualità alimentare, l’accessibilità ai prodotti e ai mezzi di produzione, lo sviluppo tecnologico agroindustriale, il possesso e lo sfruttamento delle terre. Su queste e altre importanti variabili che afferiscono alla sfera politico-ambientale, economico-strutturale e socio-culturale si invitano gli studiosi a proporre contributi per riflettere sulla sostenibilità dei modelli alimentari in rapporto alla peculiarità dei sistemi agricoli regionali. Non esiste soluzione univoca ai problemi alimentari; ciascun modello è strettamente legato al territorio, alle variabili biotiche e abiotiche e al rapporto che l’uomo nel tempo ha intessuto con lo spazio impegnando il suo intelletto e creando dalle risorse offerte dall’ambiente, prodotti unici sempre espressione di un fecondo rapporto tra risorse, popolazione e territorio. Per restituire il giusto valore a tale rapporto è pertanto sempre necessario riscoprire e ripartire dalla dimensione territoriale.
La sessione ha carattere interdisciplinare; accoglierà contributi di nutrizionisti, economisti, agronomi e geografi sotto forma di papers, poster, documentari e brevi filmati.

PAROLE CHIAVE: agricoltura, ambiente, alimentazione sostenibile.

LINGUE: Italiano

CONTATTI: m.grillotti@unicampus.it

Al termine della Sessione è stata redatta una dichiarazione sul rapporto alimentazione-agricoltura-ambiente alla quale hanno contribuito i vari partecipanti (geografi, nutrizionisti, agronomi, ingegneri, responsabili di varie istituzioni): leggi

The current revolution in dietary patterns and the effects captured in the extraordinary dynamism of the Italian countryside  – The latest Revolution of the report about Food, Agriculture, Environment, is conforming to the main target of the Development Program of the United States (New York, 2015), which is to “eliminate hunger, put in place the food safety, improve the diet and promote sustainable agriculture”. The research team of AGEI GECOAGRI-LANDYTALY, believing that each pattern about food and agriculture should be interpreted depending on the local context which is defining it, and geopolitical standards on which we could take action to correct possible imbalances, weaknesses and excesses, calls researchers of different disciplines to think over the recent, deep transformations of agricultural areas as well as dietary patterns. The EU faces   with different documentations, starting up with Energy 2020 to the Road Map and the food waste report, the “problem of food system sustainability“ (European Commission, 2014 ); the recent Scientific Literature about food issues, give us interesting matters and new assessments procedures (METODOLOGIA GECOAGRI-LANDITALY Grillotti, 2012; FAO, 2015; IFPRI, 2016) to think about the complexity and interrelations between the reasons of food issues, today not anymore a quantity problem only (food security), but also especially a quality problem (safety) and a problem about governance and policy of agricultural economy and rural areas. Food security, fundamental to ensure peace and prosperity between nations, is a complex subject characterized by a series of interdependent factors such as the use of resources, the certainty of provision, food quality, accessibility to products and production equipment, the agroindustrial technological development , possession and land exploitation. On these and other important variables which refer to the political and environmental sphere, such as to the economic-structural and socio-cultural sphere, researchers are invited to provide input to reflect on sustainability of dietary patterns in relation to the peculiarities of regional agricultural systems. Is no unequivocal answer to food problem: each pattern is closely linked to the territory, to biotic and abiotic variables and to the relations that the mankind during the time has interwoven with space engaging his understanding and creating from the resources offered by the environment unique products always an expression of a fruitful connection between resources, nations and lands.  To return the right value to this ratio is therefore always necessary to rediscover and start from the territorial dimension. The session is interdisciplinary; it will host contributions from nutritionists, economists, agronomists and geographers in the form of papers, posters, documentaries and short films.

SLOT 1) I nuovi modelli alimentari tra esigenze salutiste, innovazioni colturali e ibridazioni etnico-culturali
CHAIR: De Santis, Palagiano, Piretta, Varraso

Maria Gemma Grillotti
Introduzione alla sessione

Anna Bozzi
Agricoltura sostenibile, valorizzazione e recupero delle produzioni alimentari tradizionali e di nicchia nell’area interna pugliese del Subappennino Dauno

Pierluigi De Felice
La quarta fase della transizione alimentare dei paesi occidentali. Una lettura geografica spazio-temporale del rapporto territorio-alimentazione

Giovanni De Santis
Il rapporto alimentazione e salute. Una riflessione geografico-medica

Cosimo Palagiano
Lo street food: nuovi valori e diversi significati. Alcune considerazioni geografiche

Biagia Papagno
Tradizione e innovazione nelle produzioni alimentari: il caso dell’allevamento di lumache in Capitanata

Giorgio Pennazza, Marco Santonico
Paesaggio elettronico: l’ausilio dei sensori per la qualità dei prodotti e dell’ambiente

Luca Piretta
Dieta Mediterranea (per la salute dell’uomo, per la salute del pianeta)

Francesca Rinella
L’agricoltura biologica in Puglia: da segmento produttivo di nicchia a modello di valorizzazione locale?

Rosanna Russo
Dal “gluten free” al “gluten friendly”: il più grande spin-off agroalimentare d’Europa ed il suo impatto rivitalizzante sulla vocazione cerealicola del Tavoliere

Isabella Varraso
La ristorazione etnica come segno concreto dei processi di globalizzazione: non solo “migranti”, ma imprenditori

SLOT 2) Ruolo e funzione delle istituzioni tra spinte ecologiste e conflitti d’uso delle risorse agroalimentari e ambientali
CHAIR: Amato, Fiori, Rossi, Sonnino

Vittorio Amato
The possible conflicts in agricoltural productions between food, feed and fuel

Marta Antonelli
Dal Protocollo di Milano al Food Sustainability Index: l’impegno della Fondazione Barilla nella transizione verso sistemi alimentari più sostenibili

Francesco Calicchia
Chilometro zero: come la società risponde alla crisi economica cercando forme di sviluppo sostenibili. Il caso studio di Roma

Mariateresa Gattullo
Il ruolo dei soggetti civili nella governance degli spazi agro-alimentari. La vision e la mission territoriale dell’Associazione Internazionale Slow Food

Rosalina Grumo
I Partenariati Europei per l’Innovazione (PEI) in agricoltura e la progettualità in un’ottica di filiera, integrazione e sostenibilità

Antonietta Ivona
La tutela delle produzioni locali nelle politiche regionali

Marilena Labianca
Leader: ruolo, strategie e modelli di governance in Europa

Andrea Riggio, Sirio Modugno
Alimentazione e transizione energetica territoriale

Luigi Rossi
La componente istituzionale e lo sviluppo sostenibile

Andrea Sonnino
Sistemi agroalimentari sostenibili per soddisfare l’evoluzione della domanda alimentare

SLOT 3) La geografia “a tavola”: dai sistemi agricoli locali alla valorizzazione delle tradizioni alimentari
CHAIR: De Marcos, Nicoletti, Riggio, Scaramellini

Carmen Silva Castagnoli
Tradizioni alimentari ed innovazioni colturali in Molise

Oriana Cesari, Isabella Varraso
Spazi rurali e sistema agroalimentare in provincia di Foggia: concentrazione delle coltivazioni ortive e produzione conserviera

Valeria de Marcos
L’attuale rivoluzione dei modelli alimentari e gli effetti colti nelle campagne brasiliane

Maria Fiori
La ristorazione etnica come segno identitario: una prima ricognizione

Simona Giordano
Territorial Identity and rural development: organic viticulture in Apulia Region and Languedoc Roussillon

Maria Gemma Grillotti Di Giacomo
Una geografia per l’alimentazione

Roberto Morea
Tradizioni alimentari e trasformazione degli spazi agricoli in terra di Bari

Liberata Nicoletti
Modelli alimentari e innovazioni colturali in Puglia

Guglielmo Scaramellini
Dialettiche alimentari. Nutrizione e gastronomia nell’Italia contemporanea

Al termine della Sessione è stata redatta una dichiarazione sul rapporto alimentazione-agricoltura-ambiente alla quale hanno contribuito i vari partecipanti (geografi, nutrizionisti, agronomi, ingegneri, responsabili di varie istituzioni): leggi