S24 – Internazionalizzazione dell’economia italiana e ruolo degli Istituti di credito nella riorganizzazione della catena del valore delle PMI / Internationalisation of the Italian economy and the role of banking in reshaping the SME value chains

COORDINATORI: Francesco Citarella, Università degli Studi di Salerno.

ABSTRACT

Fin dalla loro nascita, il ruolo degli Istituti di Credito è stato di primaria importanza per lo sviluppo del sistema delle imprese. In particolare, in una prospettiva geo-economica, l’evoluzione delle casse di risparmio, banche popolari, casse rurali e di credito cooperativo e delle altre forme di servizio al credito si è intrecciata con quella delle Piccole e Medie Imprese (PMI), influenzandosi reciprocamente e creando processi di adattamento, di sinergia e di stimolo, così come di conflitto e di crisi.
Tali relazioni hanno segnato, in modo non trascurabile, i sistemi insediativi e lo sviluppo locale sia in termini di Geografie e di Politiche economiche sia di Tutela attiva dell’ambiente e di Organizzazione e pianificazione del territorio. Tuttavia, il tema, nella sua complessità, non ha ancora sufficientemente attratto l’attenzione degli studi geografici italiani, né di ambiti disciplinari affini, che pure hanno contribuito, con una vasta produzione scientifica, a valutare aspetti e problemi dei sistemi locali di sviluppo e dei distretti industriali, in cui poco si evidenzia il ruolo degli Istituti di Credito.
Gli effetti geo-economici delle rivoluzioni e delle riforme del sistema bancario italiano hanno avuto un impatto territorializzante a scala locale ed ulteriori accelerazioni ha innescato la globalizzazione nella riorganizzazione della catena del valore delle PMI. Tra le altre, si annoverano il distacco e la nascita delle fondazioni delle casse di risparmio, i processi di fusioni e di acquisizioni, l’attuazione delle disposizioni degli Accordi di Basilea, l’entrata in vigore delle normative sulla privacy, la dematerializzazione e la digitalizzazione dei servizi, la realizzazione e il declino dei consorzi di garanzia collettiva dei fidi (confidi), l’avvio di pratiche di diversificazione dei prodotti bancari per la diffusione di servizi integrati consulenziali per le imprese, l’utilizzo dell’Istituto di Credito come soggetto attuatore di politiche pubbliche incentivanti o di service per la Pubblica Amministrazione, Enti e Istituzioni locali, quasi-fallimenti e salvataggi degli Istituti di Credito, implementazioni di reti di banche etiche, l’espansione del modello del micro-credito.
Inoltre, si considerino le importanti tendenze internazionalizzanti e globalizzanti delle economie, tra cui l’interesse degli Istituti di Credito verso i mercati esteri, l’aumento degli scambi commerciali, la finanziarizzazione dell’economia e delle politiche economiche, la propagazione delle start-up tecnologiche, la crisi del debito, la digitalizzazione della moneta, lo sviluppo di programmi europei a supporto delle imprese, il crescente ruolo della Banca Europea degli Investimenti, la riconfigurazione degli equilibri geo-politici mondiali e l’emergere di fenomeni di frontier finance, l’emergere dei Big Data con le tecnologie ed i metodi analitici specifici per l’estrazione di valore.
L’obiettivo della SESSIONE è di aprire la riflessione geografica, transdisciplinare e interdisciplinare in merito alla linea di ricerca proposta, focalizzando l’interesse sul ruolo propulsivo dell’Istituto di Credito nella dinamica competitiva dello sviluppo sostenibile contemporaneo e nella riorganizzazione della catena del valore delle PMI, con particolare riferimento ai processi di internazionalizzazione dell’economia italiana.
Pertanto, l’interesse scientifico è rivolto a puntuali, anche se diverse, declinazioni del tema proposto.

  • Impatti territoriali delle rivoluzioni e delle riforme nelle regolamentazioni internazionali del sistema finanziario.
  • Modelli strategici, localizzativi, organizzativi e pattern territoriali delle reti di PMI e degli Istituti di Credito nei processi di internazionalizzazione.
  • Geografie dei network di relazioni, delle partnership per lo sviluppo delle competenze e degli altri fattori strategici territoriali trainanti nel processo di internazionalizzazione.
  • Il Geografo nei processi di internazionalizzazione dell’economia e nella riorganizzazione della catena del valore delle PMI.
  • Case studies di relazioni PMI-Istituto di Credito, a scala locale e di filiera.
  • L’internazionalizzazione dell’economia, le strategie finanziarie delle PMI e le politiche di sostegno.
  • Le funzioni dell’ABI, dell’Istituto di Credito, delle Istituzioni (come Ministeri, SIMEST, SACE, Agenzia ICE, Banca d’Italia, Organizzazioni Multilaterali) e degli Enti locali nel consolidamento del mercato nazionale e nell’espansione nei mercati esteri delle PMI.
  • Evoluzione delle competenze professionali, gestionali e organizzative per l’internazionalizzazione delle PMI (come Experiental Knowledge).
  • Politiche pubbliche per il rafforzamento strategico e la creazione di reti di PMI nei processi di espansione nei mercati esteri.
  • Dinamiche geo-economiche e tecnologiche dell’internazionalizzazione dei servizi bancari a sostegno delle PMI nei mercati esteri.
  • Sviluppo dei servizi e dei prodotti degli Istituti di Credito per i processi di Brand Building delle PMI, il supporto del Business Intelligence e l’analisi del rischio dei mercati globali.

PAROLE CHIAVE: Internazionalizzazione dell’economia italiana, Istituti di Credito, Piccole e Medie Imprese, Value Chain.

La SESSIONE sarà così articolata:

  • le considerazioni introduttive scaturiranno dalla PANEL DISCUSSION, a cui saranno invitati a partecipare i rappresentati di Istituzioni, Enti, Organismi del sistema bancario e delle Imprese italiane, nonché keynotes speech;
  • al confronto scientifico tra gli Autori dei contributi sarà riservato il DISCUSSION TIME;
  • il QUESTION TIME avrà l’obiettivo di tracciare il percorso di sviluppo dell’ambito di ricerca.

I contributi alla SESSIONE saranno pubblicati on line dall’Organizzazione del Congresso Geografico Italiano e a stampa nel volume monografico della COLLANA OPSAT – OSSERVATORIO PER LA PROGRAMMAZIONE DELLO SVILUPPO E L’ASSETTO DEL TERRITORIO dell’Università degli Studi di Salerno, a cura del Coordinatore scientifico (http://osservatorio-opsat.blogspot.it/).

LINGUE: Italiano/inglese

CONTATTI: f.citarella@unisa.it

Internationalisation of the Italian economy and the role of banking in reshaping the SME value chains – Ever since their foundation, banks have been of primary importance for the development of enterprise. From a geo-economic perspective, the evolving of “savings banks”, “cooperative banks”, “rural banks” and other forms of credit service has been linked with that of Small and Medium Size Enterprises (SMEs). This has led to reciprocal inter-influencing processes of adaptation, synergies, stimulus as well as conflicts and crisis.
The relationship has marked significantly urban systems and local development in terms of geographies and economic policies as well as the environment and urban planning. However, the topic, in all its complexity, has not sufficiently attracted geographical or other scholarly studies. Notwithstanding significant scientific works have been published on local systems, industrial districts, etc., few analyses highlight the role of banks and other financial institutions.
The geo-economic effects of the revolutions and reforms of the banking system has had a territorial impact at local scale in Italy as well as in other countries. Moreover, globalisation in the reorganisation of the value chain has triggered further accelerations of the phenomena especially as concerns SMEs. Included among the various reforms and revolutions several advantages for the Italian system can be noted:

  1. the creation of bank foundations, spin-offs of saving banks, mergers and acquisition processes to create bigger banks and networks,
  2. putting in place the Basel agreements,
  3. the enactment of legislation on privacy,
  4. dematerialising and digitising traditional services,
  5. the emergence and decline of mutual guarantee funds,
  6. experimenting the diversification of banking products towards integrated advisory services for enterprises,
  7. credit institutions as implementers of incentive public policies or governmental services, bankruptcies and bailouts of banks,
  8. creation of ethical banking networks,
  9. the spread of the micro-credit model, etc.

Moreover, other phenomena can be taken into account. For example the internationalisation of the banking and financial service system, the financialisation of the economy and of economic policies; the growth of high tech start-ups, the debt crisis, the digitisation of currency, the development of European programmes for the support of SMEs, the growing role of the European Investment Bank, the reconfiguration of the global geopolitical equilibria, and the emergence of the finance frontier phenomenon, the utilising of Big Data with technologies and specific analytical methods, etc.
The objective of this SESSION is to open a geographical, cross-disciplinary and interdisciplinary reflection on the driving role of banks and other financial organisations in the competitive dynamics of the contemporary sustainable development framework and the organisation of the value chain of SMEs, with particular reference to internationalisation of the Italian economy. Notwithstanding, papers regarding other countries are welcome.

Therefore, scientific interest is to reflect on various aspects of the following themes.

  • Territorial impacts of revolutions and reforms in the international regulations of the financial system.
  • Strategic models, localisation, organisational and territorial patterns of SME networks and credit institutions in the internationalisation process.
  • Geographies of the network of relationships, partnerships for skills development and other driving territorial strategic factors in the process of SME internationalisation.
  • The role of Geographers as practitioners for internationalisation processes and the reorganisation of the SME value chain.
  • Case studies of SMEs-banks relations, on a local scale and from a supply chain perspective.
  • The internationalisation of the economy, the financial strategies of SMEs and support policies for enterprises.
  • The role of banks, public institutions, business associations and other authorities in the consolidation of the domestic market and SME expansion onto foreign markets.
  • Development of professional skills, management and organisation for the internationalisation of SMEs (as Experiental Knowledge).
  • Public policies for the strategic strengthening and creation of SMEs in the process of expanding networks in foreign markets.
  • Geo-economic and technological dynamics of internationalisation of banking services in support of SMEs in foreign markets.
  • Development of the banking services and products for brand building processes of SMEs, support of business intelligence, analysis of global market risk.

KEYWORDS: Internationalisation, Banks, Small and Medium Size Enterprises (SMEs), Value Chain.

The SESSION is organized as follows:

  • Introductory PANEL DISCUSSION: invited representatives of Institutions, Organizations of the Banking System and of Italian SMEs, with keynote speeches;
  • Paper presentations and DISCUSSION TIME;
  • QUESTION TIME and wrap-up to set the path and scope of further research;

Accepted Papers are to be published online by the Italian Geographical Congress Organisation. Moreover, contributions to this SESSION are also to be published in print in a volume edited by the OPSAT SERIES – OBSERVATORY FOR SUSTAINABLE DEVELOPMENT AND TERRITORY PLANNING, University of Salerno Editor (http://osservatorio-opsat.blogspot.it/).

LANGUAGE: Italian/English

SLOT 1 – Internazionalizzazione dell’economia italiana e ruolo degli Istituti di credito nella riorganizzazione della catena del valore delle PMI / Internationalisation of the Italian economy and the role of banking in reshaping the SME value chains
CHAIR: Attilio Celant

Nicola Giorgi (Keynote speaker)
The BPER Banca Model to compete and grow on foreign markets: information, strategies and resources for Italian SMEs

Silvia Grandi
Internationalisation of the Italian banking system. The impact on the Italian economy

Fabio Giorgio
Italy’s role in international markets. An overview of foreign trade data

DISCUSSANT: Francesco Citarella

SLOT 2 – Internazionalizzazione dell’economia italiana e ruolo degli Istituti di credito nella riorganizzazione della catena del valore delle PMI / Internationalisation of the Italian economy and the role of banking in reshaping the SME value chains
CHAIR: Attilio Celant

Giovanni Maione (Keynote speaker)
Internationalisation of business and new opportunities from the markets. Focus on Africa and the Middle East, the new frontiers of development

Christian Sellar, Tu Lan
Banks, services, and the State. The supporting infrastructure of Italian SMEs abroad

Chiara Tuffarelli
The role of international financial institutions in supporting European SME foreign direct investment

DISCUSSANT: Francesco Citarella