S07 – Fonti geo-storico-cartografiche per il governo del territorio. Tra episteme e applicazioni

COORDINATORI: Elena Dai Prà, Università di Trento; Massimo Rossi, Fondazione Benetton.

ABSTRACT

A partire da un confronto con esperienze sperimentate a scala internazionale si avverte la necessità di mettere in atto le teorie e i metodi che la disciplina geostorica ha messo a punto a partire dagli insegnamenti di Lucio Gambi, a loro volta arricchiti dai contributi di altri maestri italiani e dalle sollecitazioni provenienti dalle scuole francese e anglosassone.
La forte relazione interdisciplinare della geografia storica con i saperi tecnico-scientifici di urbanisti, architetti paesaggisti, ingegneri ambientali e idraulici, archeologi e geologi può produrre fecondi esiti nel governo dei territori contemporanei ai fini di una corretta e consapevole pianificazione territoriale sia essa di destinazione, di tutela dell’heritage o di prevenzione del rischio ambientale.
La sessione tematica che si intende proporre al congresso mira a presentare sia una riflessione teorico-metodologica sulle ultime frontiere epistemologiche delle relazioni transdisciplinari tra geografia storica applicata e altri saperi tecnico-scientifici, sia casi studio, potenziali o già esperiti, in grado di mostrare le concrete applicazioni dell’utilizzo delle fonti geo-storico-cartografiche per lo studio e la comprensione dei processi di territorializzazione, e per una progettazione del territorio che consideri la profondità storica, e quindi semantica, del paesaggio, e che sia conseguentemente rispettosa delle identità dei luoghi e dell’uso sostenibile delle risorse ambientali e culturali.”

PAROLE CHIAVE: fonti geo-storico-cartografiche; pianificazione territoriale, sviluppo sostenibile, interdisciplinarietà

LINGUE: Italiano

CONTATTI: elena.daipra@unitn.it

SLOT 1
CHAIR: Elena Dai Prà

Elena Dai Prà
Prolusione ai lavori della sessione in qualità di coordinatrice

Massimo Quaini
Quale geografia storica per la pianificazione paesaggistica?

Anna Marson
L’uso delle fonti storico-geografiche nella pianificazione territoriale e paesaggistica

Roberto Maggi
Archeologia nel paesaggio

Massimo Rossi
Geografia storica per il progetto territoriale: il caso di Villa Manin a Passariano (Udine)

Maurizio Tomazzoni
La “Ruina Dantesca”

SLOT 2
CHAIR: Elena Dai Prà

Bruno Zanon, Angelo Besana, Davide Allegri
Fonti geostorico-cartografiche e organizzazione territoriale tra ricostruzione storica e scenari di sviluppo

Raffaella Bruzzone, Nicola Gabellieri, Carlo Montanari, Diego Moreno, Valentina Pescini
Geografia storica e ricerca multidisciplinare: la caratterizzazione storico-ambientale dei paesaggi rurali

Pietro Piana
Between past and future: landscape history and land management in the Watermill Valley, Portofino (Liguria)

Alice Vacilotto, Daniele Codato, Giorgetta Bonfiglio Dosio, Elisabetta Novello
Il paesaggio della bonifica attraverso la cartografia storica: acque da governare, spazi da progettare

Paola Zamperlin
Fonti storiche nella valutazione del rischio paesaggistico: il caso della Piana di Firenze

Silvino Salgaro, Lucia Masotti
Geografia storica, cartografia storica, pianificazione territoriale: una analisi attoriale

SLOT 3
CHAIR: Massimo Rossi

Riccardo Armellini, Margherita Azzari, Camillo Berti, Paola Zamperlin
Strumenti per lo studio, la gestione e la valorizzazione del patrimonio paesaggistico. Le aree umide della Toscana

Sergio Pinna, Massimiliano Grava
Le perizie del Catasto Borbonico lucchese: una fonte archivistica per la pianificazione territoriale

Tommaso Barbieri, Matteo Proto
Paesaggi fluviali della Pianura Padana: il progetto River Frames. Fluvial territories and riverscapes in Geography and Cartography

Stefano Magaudda, Elisabetta Vacca
L’evoluzione del paesaggio: informatizzazione del catasto Gregoriano e della cartografia storica per lo studio e la valutazione della vulnerabilità del paesaggio storico-culturale della Regione Lazio. Due casi studio

Silvia Siniscalchi
La valle del Sarno e le sue trasformazioni nelle fonti geostoriche e cartografiche

Ginevra Balletto, Chiara Garau, Paola Zamperlin, Sandro Mezzolani
I sentieri della memoria nel contesto della smart city-region: la città metropolitana di Cagliari come caso di studio